SPORTELLO DOGANE E ACCISE

Questa pagina ha lo scopo di presentare lo Sportello Dogane e Accise

 

MUOVERSI NEL MERCATO INTERNAZIONALE (SETTORE DOGANE)

All’operatore economico del XXI secolo che si affaccia sul mercato estero è richiesta una tale quantità di conoscenze non solo a livello normativo, ma anche logistico, organizzativo, ecc., che spesso la strada che sceglie per districarsi, pur essendo la più semplice o quella che più frequentemente utilizza, non è la più vantaggiosa dal punto di vista economico; ciò lo espone al rischio di non essere competitivo.

CONOSCERE PER COMPETERE

Conoscere a fondo le norme che regolano il commercio internazionale e la fiscalità energetica è una sicura chiave di successo per competere sul fronte dei costi.

 

ORIENTARSI NELLA NORMATIVE DELLE ACCISE  (SETTORE FISCALITÀ ENERGETICA) 

Il settore dei prodotti energetici, dei prodotti alcolici e dell’energia elettrica richiede un’approfondita conoscenza del quadro normativo per evitare di incorrere in violazioni e nelle conseguenti pesanti sanzioni, anche penali, che espongono le aziende a seri rischi. Non si tratta comunque solo di scongiurare danni economici, ma di attuare veri e propri risparmi: la conoscenza della normativa consente di sfruttare esenzioni dal pagamento delle accise e imposte di consumo e di ottenere rimborsi d’imposta a fronte di particolari impieghi o esportazioni.

 

Impianto di alimentazione forni oggetto di rimborso accisa

 

Due quindi le principali aree di azione sulle quali si concentrerà l’attività di consulenza proposta agli iscritti dell’Associazione ADACI dal dott. Guido Calderaro, consultant manager di EXCISE & CUSTOMS CONSULTING e già responsabile dei settori Customs Operations Italia, Customs Compliance EMEA e Fiscalità Energetica, nei diciotto anni trascorsi nei Gruppi FCA e CNHI.

“L’unico vantaggio competitivo sostenibile consiste nella capacità di apprendere e di cambiare più rapidamente degli altri”

 (Philip Kotler, esperto di marketing internazionale)

LE TEMATICHE RELATIVE ALL’AMBITO DOGANALE

Classificazione doganale – serve ad individuare la corretta voce di classificazione delle merci per:

  • evitare di importare prodotti vietati
  • esportare prodotti soggetti a divieti/embarghi
  • pagare in misura corretta i tributi riscossi in dogana.

 Origine delle merci – si inserisce tra le tematiche di rilievo per la compliance doganale e riguarda:

  • l’origine non preferenziale che è alla base dell’applicazione, nell’ambito degli scambi internazionali con paesi terzi, delle misure daziarie ordinarie così come del dazio antidumping e compensativo, del regime dei contingenti, dei massimali tariffari di importazione, di altre misure di politica commerciale non tariffaria dell’UE; è rilevante, tra l’altro, per il rilascio dei certificati di origine all’export, e per la definizione del Made In
  • l’origine preferenziale che è definita dagli accordi di libero scambio stipulati dall’UE con altri stati o concessioni unilaterali, accordi di associazione che determina trattamenti favorevoli in dogana, come l’aliquota daziaria ridotta o l’esenzione dai dazi all’importazione.

 

Proprio la corretta gestione dell’origine preferenziale delle merci può generare grossi vantaggi per l’azienda, in quanto permette: l’applicazione di dazi doganali agevolati o nulli sui prodotti scambiati tra due paesi contraenti; l’abbattimento dei costi dell’azienda; il miglioramento dei flussi finanziari; di selezionare fornitori da cui approvvigionare materiali e merci in funzione della loro localizzazione produttiva, consentendo all’impresa cliente di accedere ai benefici fiscali della preferenzialità.

In concreto lo Sportello affiancherà gli iscritti nelle seguenti attività:

  • supporto agli Uffici acquisti in occasione dei sourcing per la definizione degli aspetti qualificanti ai fini doganali,
  • il ricorso ai regimi speciali (perfezionamento attivo, perfezionamento passivo, deposito doganale, ammissione temporanea, ecc.) che permettono di evitare o sospendere il pagamento dei diritti doganali,
  • valore dogale delle merci, con riflessi al transfer price e per le royalties,
  • esportatore autorizzato,
  • Operatore Economico Autorizzato (AEO),
  • agli export controls
  • alle verifiche degli organi di controllo.

LE TEMATICHE RELATIVE ALLE ACCISE

Riguarderanno:

  • impiego
  • stoccaggio
  • movimentazione

di prodotti energetici, alcolici, produzione e utilizzo dell’energia elettrica.

In concreto lo Sportello affiancherà gli iscritti nelle seguenti attività:

  • evidenziazione delle aree critiche e possibili non conformità, adeguatezza del sistema di controllo per il settore delle accise e potenziali ottimizzazione dei costi
  • valutazione della presenza di prodotti soggetti alla normativa sulle accise
  • supporto per la costituzione di depositi di prodotti energetici e la necessità di licenze ed autorizzazioni previste dalla normativa circa l’impiego, lo stoccaggio e la movimentazione di prodotti energetici, alcolici e l’utilizzo o produzione dell’energia elettrica (centrali di tri-generazione, cogenerazione, gruppi elettrogeni, ecc.)
  • supporto in occasione della compilazione di dichiarazioni di consumo energia elettrica e gas naturale
  • supporto in occasione di verifiche dell’Agenzia delle Dogane e G. di F.
  • supporto per rimborsi relativi usi agevolati di prodotti energetici/energia elettrica o esportazioni.

 

Il corretto trattamento delle tematiche relative alle accise nelle aziende permette di evitare di incorrere in pesanti sanzioni che finiscono per incidere sulla reputazione delle aziende e di cogliere le opportunità derivanti dai benefici quali rimborsi ed esenzioni

Coordinatore
Dott. Guido Calderaro (Ufficiale in quiescenza della GdF)

Per eventuali richieste compilare il form a lato.

 

 

 

Contatta lo Sportello

Per qualsiasi informazione inviaci un’email. Tutti i campi contrassegnati da * sono obbligatori.

Dichiaro di aver preso atto dell’informativa privacy disponibile sul sito www.adaci.it ai sensi del Regolamento UE n. 2016/679. clicca qui per leggere