Emilia Romagna e Marche

All’istituto Paolini Cassiano di Imola ADACI ritorna a scuola

Prosegue con grande soddisfazione il progetto THE BUYER in Emilia Romagna.

Sabato 1 dicembre i consiglieri di ADACI Sezione Emilia Romagna e Marche saranno in aula all’istituto Paolini Cassiano di Imola a raccontare a  120 ragazzi delle quarte  superiori cosa significa comprare e come prepararsi a farlo.

Cena di Natale ADACI Sezione Emilia Romagna/Marche

ADACI Sezione Emilia Romagna/Marche organizzerà per la propria Sezione una cena natalizia per la serata del 7 dicembre alle ore 19:30, presso Villa Aretusi, in Via Aretusi 5 – Bologna.

Qui il link della location: http://www.villa-aretusi.it/

L’invito a partecipare è esteso anche ad amici, colleghi e congiunti. Il costo della cena sarà di €40 a persona.

Vi chiediamo di inviare conferma al più tardi entro lunedì 3 dicembre all’indirizzo: federica.camurri@adaci.it

Vi aspettiamo!

 

Convocazione Assemblea Straordinaria dei Soci ADACI Sez. Emilia R./Marche – Bologna, 11 dicembre 2018

Convocazione Assemblea Straordinaria
dei Soci della Sezione ADACI Emilia Romagna e Marche

 

 L’Assemblea Straordinaria dei Soci della Sezione ADACI Emilia Romagna e Marche è indetta in prima convocazione presso la sede ADACI in Milano, via Spezia 11, lunedì 10 dicembre 2018 alle ore 6, e in seconda convocazione per

martedì 11 dicembre 2018 alle ore 20.00
presso
LIVING PLACE HOTEL

Via Properzia de Rossi – 40138 Bologna

con il seguente ordine del giorno:

  • Elezione dei membri del Consiglio di Sezione per il mandato 2019-2021 (ai sensi art. 6 Regolamento Sezioni), comprendente:
  1. registrazione dei partecipanti e consegna delle schede di voto;
  2. definizione del numero dei membri del nuovo Consiglio di Sezione;
  3. formazione della Commissione elettorale;
  4. operazioni di voto;
  5. scrutinio dei voti;
  6. proclamazione dei risultati.

 

Termine previsto ore 21.00 circa seguirà veloce cena

Il Presidente di Sezione

Marco Venturi

 

 

 

N.B.: Potranno partecipare all’Assemblea soltanto i Soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso 2018. Si prega di confermare la propria partecipazione con e-mail a fulvio.pirani@adaci.it  entro il 7 dicembre 2018.

 

Delega assemblea 11dic18

AllegatoElencoCandidati2019-2021

ADACI Associazioni Italiana Acquisti e Supply Management

Consiglio direttivo

In costruzione

ADACI Associazioni Italiana Acquisti e Supply Management

Contatti di sezione

La sezione Emilia copre il territorio delle regioni Emilia Romagna e Marche

Adaci Sezione Emilia 
Via Levi Civita, 2
40135 Bologna
Tel: +39 02 40072474
Fax:+39 02 40090246
e-mail: sez.emilia@adaci.it

Contattaci o richiedi informazioni

Per qualsiasi informazione inviaci un’email. Tutti i campi contrassegnati da * sono obbligatori.

Accettazione Privacy ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. clicca qui per leggere

ADACI Associazioni Italiana Acquisti e Supply Management

Eventi

ADACI Associazioni Italiana Acquisti e Supply Management

News

ADACI Associazioni Italiana Acquisti e Supply Management

Sezione Emilia Romagna e Marche

Ancona: ADACI nelle Marche per consolidare la propria presenza territoriale

ADACI – SEZIONE Emilia Romagna e Marche

Ancona: ADACI nelle Marche per consolidare la propria presenza territoriale

Lo scorso 9 Aprile il Gruppo di Lavoro “Eventi” della sezione Emilia Romagna-Marche ha organizzato un incontro ospitato da Confindustria Ancona. Lo scopo dell’evento era quello di diffondere la conoscenza di ADACI nelle Marche. In effetti i soci della sezione Emilia Romagna-Marche sono maggiormente concentrati nella zona Emiliana, ma sia in Romagna che nelle Marche sono presenti numerose aziende con molti operatori degli acquisti e della suply chain, che potrebbero entrare in Associazione, arricchendo le possibilità di scambio culturale e tecnico.

Gli argomenti trattati sono stati tutti connessi al settore trasversale degli acquisti “Indiretti”.

 

L’evento è stato aperto dall’intervento di Marco Venturi (Presidente della Sezione ERM), il quale ha dato il benvenuto ai partecipanti, tra cui diversi “non soci”, poi ha illustrato ADACI ed i vantaggi che i soci possono avere dall’essere membri di un network così attivo ed aperto.

Angelo Profili (Consigliere sezione ERM) ha fornito dati statistici provenienti da uno studio universitario, da cui si evince che molte aziende, specie nel Nord Europa, stanno ottenendo dei grandi risultati, in termini di incremento degli utili, agendo sulla  ottimizzazione dei costi indiretti, a partir dalla logistica alle facility ecc. Queste risorse sono un vero e proprio “tesoretto nascosto” che le aziende hanno , ma che spesso non sfruttano. Profili ha dato anche qualche spunto di riflessione per migliorare e performance attraverso alcune “best practices”per gli acquisti indiretti.

Il secondo argomento trattato da Marco Buttaro (Consigliere ERM) riguardava la “mobilità aziendale”, in particolare il noleggio a lungo termine. Ormai la maggior parte delle aziende utilizza questo servizio, ma spesso gli uffici acquisti non hanno gli strumenti o l’esperienza per massimizzare i risparmi, senza intaccare il livello di servizio. Sono stati forniti interessanti spunti e anche qualche dato per fare benchmark.

Paolo Fincato ha illustrato la presentazione preparata da Federica Camurri che, per ragioni di lavoro, non ha potuto partecipare. I documenti erano una testimonianza relativa ai risultati ottenuti da Federica nella sua azienda, in tema di manutenzioni e buoni pasto. Paolo ha utilizzato questi argomenti per stimolare la discussione, che si è arricchita con il contributo di molti dei partecipanti.

Interessante anche l’argomento proposto da Gianluca Fabbri (Consigliere ERM). Il titolo della sua relazione era “Convenzioni ex art.14 cooperative sociali. Nuove opportunità dalla Regione Marche”. Da poco la Regione Marche ha deliberato in merito alla legge quadro che regola la materia, di fatto aprendo la strada a nuove opportunità, per ottenere numerosi vantaggi, tramite l’utilizzo delle cooperative sociali di cat B.

Il responsabile del Gruppo di lavoro, Ivan Barzagli ha chiuso i lavori manifestando la sua soddisfazione per l’attiva partecipazione alle discussioni da parte della maggioranza dei partecipanti. La “ciliegina sulla torta” è stata la richiesta di iscrizione ad ADACI avanzata da alcuni partecipanti.

 

I nuovi adempimenti normativi: quale impatto sulla Supply Chain?

ADACI – SEZIONE Emilia Romagna e Marche

I nuovi adempimenti normativi: quale impatto sulla Supply Chain?

Il Gruppo di lavoro della sezione ADACI Emilia Romagna e Marche, ha organizzato, a Bologna , lo scorso 21 marzo, presso l’Hotel Living, un evento che potesse dare ai soci qualche aggiornamento su tematiche di tipo “normativo”, che spesso vengono sottovalutate dagli acquisitori o considerate di competenza esclusiva di altri Enti aziendali.

I temi affrontati sono stati:
1. La nuova normativa GDPR in tema di tutela della privacy.
2. Il regolamento REACH sulla registrazione dei prodotti chimici
3. La responsabilità solidale nella gestione degli appalti

Il primo argomento è stato affrontato dall’Avv. Clizia Grimaldi dello studio legale Fieldfisher di Bologna. A partire dal 25 maggio 2018 tutti gli stati membri della Comunità Europea dovranno applicare la nuova norma GDPR (General Data Protection Regulation). La dott.ssa Grimaldi ha illustrato gli aspetti  che chiariscono le regole su informativa e consenso, i limiti al trattamento dei dati personali, le procedure interne che le aziende dovranno predisporre, le nuove figure professionali (DPO) e gli impatti sanzionatori in caso di violazione. Si è compreso che anche le attività degli acquisti sono toccate da questa norma. E’ emerso che le procedure informatiche e operative saranno a cura di altri enti, tuttavia anche gli operatori degli acquisti e della supply chain saranno, effettivamente, gestori di dati sensibili e quindi soggetti ai vincoli della norma.

Il tema del regolamento REACH è stato affrontato dal Dott. Nevio Benetello (Group Purchasing Director del Colorificio San Marco di Venezia). Il REACH è un sistema integrato di registrazione, valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche che mira ad assicurare un maggiore livello di protezione della salute umana e dell’ambiente. In pratica a partire dal 1° giugno 2007 sono entrati in vigore degli obblighi di identificazione e registrazione delle sostanze chimiche utilizzate nei processi industriali. Negli anni, gli obblighi sono via via aumentati, l’ultimo obbligo scatterà dal 1°giugno 2018 e riguarderà le sostanze prodotte e/o importate in quantitativi pari o superiori a 1 tonnellata/anno. Questo tipo di obbligo impatta pesantemente sulle attività degli acquisti, in quanto è indispensabile che chi negozia i prodotti chimici sia in grado di accertare la regolarità delle registrazioni ed importazioni. Il relatore ha chiaramente spiegato quali insidie si possono nascondere in questo tipo di acquisti e anche gli impatti che questi nuovi e crescenti obblighi stanno portando sul fronte dei prezzi.

Il terzo argomento pur essendo di tipo “legale” non è stato affrontato da un avvocato, ma dall’ Ing. Angelo Profili (Consulente Partner di Expense Reduction Analysts). La scelta è caduta su un operatore degli acquisti, in quanto la testimonianza doveva essere più pratica che teorica. In effetti un breve richiamo alle leggi vigenti e alla evoluzione delle stesse era necessario ed è stato fatto, ma soprattutto il tema è stato sviluppato sul “come proteggersi”. Le clausole contrattuali e la richiesta di alcuni documenti, come il DURC, possono aiutare, ma non basta. Il buyer deve mettere in pista tutte le sue capacità di indagine per selezionare fornitori che siano in grado di dare un buon livello di servizio ad un prezzo competitivo,ma che siano anche affidabili dal punto di vista della gestione dei dipendenti. Spesso dietro a proposte allettanti dal punto di vista economico, purtroppo si celano delle irregolarità che potrebbero costare molto all’azienda appaltante. Quindi è stata fatta opera di informazione e sensibilizzazione sui rischi, ma sono anche stati forniti suggerimenti pratici su come fare emergere situazioni non regolari.

La serata si è conclusa con un aperitivo offerto dallo sponsor Wϋrth e come sempre la discussione è continuata anche con un calice di prosecco in mano.

1 2