Category : Senza categoria

WINGS PARTNERS

Wings Partners S.I.M. S.p.A. iscritta all’Albo Consob, assiste attivamente le società che utilizzano materie prime, quali metalli non ferrosi, soft commodities, valute ed energia, offrendo i seguenti servizi:

  • Consulenza finanziaria e collocamento di strumenti per le coperture (Hedging).
  • Analisi giornaliere e mensili.
  • Progetto di hedging, studiato secondo le esigenze di ciascun cliente.

Per i Soci ADACI esiste una convenzione, che dà la possibilità di organizzare corsi di formazione sugli strumenti di copertura finanziaria oltre ad una analisi dettagliata, studiata sulle esigenze del socio:

  • Introduzione all’utlizzo delle coperture

Uno dei mercati più importanti delle commodities è la Borsa di Londra, denominata London Metal Exchange. Tale mercato è il principale punto di riferimento degli operatori del settore delle materie prime, e la conoscenza dettagliata del suo funzionamento consente di avere una visione concreta dei possibili utilizzi di tale borsa merci. Le problematiche reali nascono dalla difficoltà di comprensione dei meccanismi di funzionamento, a partire dalla contrattualistica e dal funzionamento dei depositi a margine fino alla comprensione delle situazioni di mercato. Wings Partners SIM S.p.A. assiste la propria clientela sotto ogni aspetto attraverso una ventennale esperienza maturata sul LME e sulle Borse Merci Internazionali.

Analisi giornaliere e mensili

Wings Partners SIM S.p.A. fornisce analisi giornaliere e mensili sull’andamento del mercato delle materie prime. Tali analisi contengono informazioni riguardanti il mercato Fisico (Andamento dell’offerta e della domanda ed analisi delle condizioni correnti che possono influenzare tale andamento) ed il mercato Future (Considerazioni di carattere tecnico, quotazioni forwards e andamento delle scorte).

Techpilot

La piattaforma di matchmaking più grande d’Europa per componenti a disegno:

Da più di 20 anni, Techpilot mette in contatto gli acquirenti con fornitori idonei alle richieste d’offerta, consentendo di comparare i prezzi inseriti degli offerenti in modo facile e veloce.

Techpilot comprende oltre 280 tecnologie di produzione e 24.000 fornitori registrati.

 

Quali sono i vantaggi?

  • Solo 5 step per inserire la richiesta con disegno tecnico, dimensioni e quantità (ci vogliono massimo 10 minuti!)
  • La piattaforma individua in tempo reale i fornitori in grado di produrre il vostro componente.
  • Valutazione semplificata delle offerte ricevute: un singolo formato scaricabile, trasparente e facilmente comparabile per tutte le offerte ricevute
  • I fornitori già conosciuti possono essere aggiunti nella piattaforma Techpilot per creare un unico data base di fornitori
  • Servizio completamente gratuito per gli acquirenti
  • Assistenza dedicata ai buyer italiani (in lingua italiana)

E-Sourcing in pochi step!

Più informazioni: https://www.techpilot.it/per-compratori

O contattate direttamente Sabine per avere maggior informazioni:

Per fissare una demo informativa Sabine sarà a vostra disposizione!

PAY BACK

PAY-BACK GROUP è un’azienda di consulenza specializzata nella gestione dei dati di acquisto e finanziari.
Nasce all’interno del mercato retail dove ha supportato i principali player nell’analisi dei processi di acquisto con l’obbiettivo di migliorare la marginalità ed indicare assi di miglioramento. Sviluppando questo know-how, parte del nostro DNA, abbiamo creato QWEAD, una piattaforma cloud di soluzioni progettata con lo scopo di supportare le aziende di qualsiasi mercato a rendere efficiente la funzione procurement. 

QWEAD rappresenta la punta dell’iceberg di una completa e profonda attività di ETL (Extract/Transform/Load) attraverso la quale raccogliamo i dati dei nostri clienti da un numero illimitato di sorgenti e successivamente li trattiamo, organizziamo e centralizziamo in un’unica struttura “cloud-native”. Perchè il nostro compito è elaborare e rendere intellegibili i vostri dati. La nostra soluzione infatti
ha un duplice obbiettivo: individuare possibili inefficienze nei processi di acquisto, facilitando l’analisi dei dati, e rendere tali dati fruibili all’interno dell’azienda in modo immediato e trasversale a tutti i dipartimenti coinvolti. Scopo ultimo è quindi quello di migliorare l’efficienza dell’area procurement risparmiando tempo grazie al valore aggiunto estratto dai dati che ogni azienda ha già in possesso.
La mappatura degli acquisti attraverso QWEAD ANALYSIS produce quindi sia un vantaggio finanziario, identificando aree di risparmio, sia un vantaggio strategico, razionalizzando i vostri fornitori e migliorando le leve di negoziazione.
E’ una soluzione realizzata in modalità Saas all’interno di un ecosistema Microsoft Azure, implementabile con un bassissimo impatto sulla struttura IT e totalmente customizzabile.

Per saperne di più: http://www.qwead.com/it/

BABEL POWERED BY HISOLUTION

Video teaser di Babel FUORI ORA!!

https://www.youtube.com/watch?v=pBBkMYZHl6M

Babel è una piattaforma per la gestione delle gare e della governance degli asset ICT aziendali. Si discosta dall’ideale di software su licenza in quanto è un tool interamente gestito dal team di Hisolution. Babel supporta i professionisti del Procurement e i Responsabili IT intervenendo in ambito telecomunicazioni, data center, networking, UCC, cloud e device.

Babel, il servizio gestito e una pre analisi gratuita solo per te!

Il tool agisce nei 3 momenti salienti del ciclo di vita degli acquisti ICT.

  1. Gara: i nostri interlocutori impiegano effort e risorse in questa fase. Grazie a Babel, possono affidarsi a un metodo strutturato che ottimizza gli asset, definisce il miglior design tecnologico ed emette un benchmark di mercato misurato su esigenze e consistenze. Babel ha messo un punto alle offerte difficili da interpretare: lo strumento seleziona quelle in linea con i needs dal punto di vista tecnologico ed economico riuscendo a generare fino al 30% di saving, mantenendo alte le performance.
  2. Provisioning: migrare da un fornitore all’altro è scoraggiante e spuntare i task in vista di un delivery on time e on budget risulta utopico. Grazie a Babel è possibile contare su un team di PM in grado di garantire un delivery in linea con le aspettative del Business.
  3. Governance: un modulo che rileva e riscatta gli errori di fatturazione, monitora i consumi e valuta la bontà dei fornitori (qualità del servizio e adeguatezza del contratto). In questa fase, il team di consulenti sostituisce il professionista liberando l’80% di ore-uomo.

Set up e configurazione durante la fase di Negoziazione e Governance

Negoziazione: il set up avviene con la generazione dell’assessment as is del cliente da parte del nostro team. Una volta ricostruito il quadro, si procede con il design del progetto e la redazione del RFP (Request for Proposal). Le tempistiche variano da due settimane a un mese per infrastrutture complesse.

Governance: il set up avviene con la produzione dell’assessment del cliente e con l’emissione del primo report di consumi e consistenze. Le tempistiche variano da due settimane a un mese per contratti particolarmente complessi. Ogni progetto prevede un team dedicato.

Costi: Il servizio ha un’incidenza del 5-10% sulla spesa del cliente. Per iniziare un progetto con Babel è necessario consentire al team di esperti l’accesso al portale del fornitore del cliente.

Elementi distintivi: Sebbene sul mercato esistono molte soluzioni di e-supply chain ed e-procurement che standardizzano i processi di acquisto, non presentano un’offerta verticale su IT e TELCO. Babel si distingue dalle altre soluzioni perché si tratta di un tool gestito che combina tecnologia e competenza.

Babel, dì si al servizio tool gestito per gli acquisti ICT: solo per te, una pre analisi gratuita per conoscere le tue spese Telco e IT e investire sul saving. Per te una pianificazione mirata per individuare quanto saving di analisi puoi aspettarti da una piattaforma gestita.

Parla ora con un nostro esperto, prenota il meeting qui: https://meetings.hubspot.com/giulia-ruggi

DOCFLOW

Strumenti collaborativi per la Pianificazione degli Acquisti: un processo per agire in modo preventivo sulle strategie di acquisto

L’importanza della digitalizzazione del Piano Acquisti all’interno di un percorso di digitalizzazione del procurement.

I tempi in cui il Procurement sta esercitando la propria funzione forse sono unici se si pensa alla sequenza degli avvenimenti dalla Pandemia alla crisi determinata dallo stato di guerra, un mix diabolico tra Inflazione, Scarsità di risorse, imprevedibilità delle consegne. Questo avviene in tutti i settori Pubblici e Privati. Mai come ora la reattività è sacrosanta ma la “predittività” lo è ancor di più e questa può essere esercitata solo se la Visibilità della Spesa ovvero la Domanda di Beni Servizi e Lavori da “acquistare” è chiara non solo nei suoi aspetti quantitativi ma anche nelle sue caratteristiche qualitative.

Per questa ragione con la tecnologia di Yubik by DocFlow sono stati creati 2 moduli che possono essere utilizzati Sand Alone o innestati agilmente in qualsiasi piattaforma di Procurement estendendo il modello da Procure 2 Pay a Demand 2 Pay.

Con questi 2 moduli si riesce a pianificare rispondendo a 5 quesiti che qualsiasi CPO vuole e deve dominare

  1. Cosa comprare
  2. Dove e Per Dove
  3. Per chi
  4. Quanto e Quando
  5. Con quali aspettative di risultato

Per avere una vista completa degli acquisti, quindi, non basta la sola vista quantitativa, desumibile da qualsiasi tool di spend, ma occorrono una serie di elementi a corredo che si possono ottenere solo tramite un processo collaborativo che cambia da azienda ad azienda ed anche da categoria a categoria e che sono specifici per ciascuna azienda

Il processo generale come illustrato nell’immagine sottostante richiede una specifica analisi Input / Output. Va declinato sui diversi stakholder e contributors rispettando processi ed unicità dell’azienda senza disperdere il patrimonio esperienziale degli utenti.

RACCOLTA E PIANIFICAZIONE

www.docflow.com

CRIBIS

CRITERI ESG E FILIERA SOSTENIBILE: VERSO UN NUOVO MODELLO DI SUPPLY CHAIN

Tutti i giorni si sente parlare del mondo ESG e, in particolare, dei criteri che guidano il processo di trasformazione globale verso la sostenibilità. I principi ESG (acronimo di Environmental, Social e Governance) sono alla base degli indicatori che permettono di analizzare l’attività di soggetti sia corporate che governativi sotto il profilo ambientale, sociale e di buona governance, e di guidare il percorso verso il raggiungimento degli obiettivi internazionali di sviluppo sostenibile

I TEMI ESG NELLA VALUTAZIONE DELLA FILIERA

Il cambiamento richiesto per affermare un processo di crescita sostenibile si costruisce attraverso l’impegno di tutti i soggetti coinvolti nella produzione, nel consumo e nel governo delle risorse. Le imprese sono chiamate ad affrontare un rinnovamento nel rispetto dei criteri ESG, attenti verso la tutela dell’ambiente, del tessuto sociale e di una governance più equa e inclusiva.

Ma qual è il ruolo dei fornitori nella sostenibilità di un’azienda? La filiera è proprio al centro del cambiamento. Infatti, mettere in campo strategie di sostenibilità limitando l’ambito di applicazione alla propria realtà non basta. Per una valutazione complessiva, basata sui criteri ESG, è necessario considerare l’intera filiera: nei processi produttivi mediamente il 90% dell’impatto è determinato proprio dalla filiera dei fornitori. Questo perché l’impatto diretto di un’impresa si combina sempre a quello della sua supply chain, in un’integrazione di processi che dev’essere trasparente e valutabile secondo standard internazionali.

Le imprese sono sempre più soggette ad obblighi sull’osservanza di norme a tutela della sostenibilità, applicati da Governi e agenzie indipendenti, e sono chiamate a rispondere sul modo in cui i fornitori si comportano nei confronti dei dipendenti, clienti e, non da ultimo, nei confronti dell’ecosistema del pianeta. C’è quindi la necessità di essere in grado di valutare con precisione, attraverso un approccio che tenga conto dei criteri ESG, coloro che fanno parte della catena di approvvigionamento.

SYNESGY: IL NOSTRO CONTRIBUTO PER UNA VALUTAZIONE TRASPARENTE

Per valutare e affrontare i processi ESG lungo la propria filiera nasce Synesgyprimo provider mondiale di informazioni ESG destinato alle large corporate e PMI. Synesgy consente di valutare l’attenzione dei propri fornitori verso pratiche sostenibili, il tutto attraverso un processo strutturato e standardizzato: grazie alla disponibilità dei dati sarà possibile coinvolgere gli stakeholder della propria supply chain per gestire al meglio la creazione di valore che nasce da un approccio ESG.

L’obiettivo di Synesgy è quello di incrementare consapevolezza e trasparenza nei processi delle filiere produttive e gestire rischi operativi e reputazionali collegati ai principi sostenibili. Si tratta del primo strumento disponibile sul mercato, dedicato a sviluppare trasparenza tra gli operatori garantendo l’osservanza ai principi ESG della filiera stessa verso istituti di credito, investitori e terze parti interessate in generale.

 Per saperne di più https://www.synesgy.com/it/

RS ITALIA

RS Italia è leader globale nella distribuzione omnicanale di prodotti industriali ed è un partner unico ed affidabile nella gestione degli acquisti indiretti. Presente in Italia da 30 anni, è in grado di offrire più di 750.000 prodotti su oltre 2.500 brand leader e una vasta gamma di soluzioni. Ogni giorno ci impegniamo per aiutare progettisti, costruttori e manutentori di impianti industriali a lavorare in modo sicuro e sostenibile, offrendo soluzioni a valore aggiunto in ambito e-Procurement, gestione del magazzino (kanban) e manutenzione (calibrazione strumenti).

RS ITALIA, le soluzioni Inventory per ottimizzare la gestione delle scorte in ambito MRO (Maintenance, Repair and Operations)

Grazie a tecnologia, conoscenza del mercato, ampiezza e profondità di gamma – con oltre 750.000 prodotti per 2.500 brand in assortimento – e alla consulenza specializzata, RS supporta la funzione Procurement dei propri Clienti per migliorare la gestione dell’approvvigionamento e delle scorte, riducendo il costo totale di proprietà (TCO) e aumentando l’efficienza operativa.

Oltre alle consolidate soluzioni di digitalizzazione del processo di acquisto e per affrontare in modo efficace le sfide imposte dalla gestione dei materiali indiretti, RS Italia propone soluzioni di gestione del magazzino.

Queste semplificano il processo di acquisto, garantiscono la continuità delle forniture di beni – anche a fronte di scenari di incertezza dei mercati o di shortage di prodotti – e ottimizzano il capitale circolante vincolato.

Sulla base delle specifiche esigenze del Cliente, della sua organizzazione e del relativo modello di acquisto, RS è in grado di costruire soluzioni altamente personalizzate, che ottimizzano i flussi di lavoro e consentono di migliorare il focus sulle attività di core business.

I consulenti specializzati RS supportano i propri Clienti nella selezione dei prodotti in linea con una gestione in logica kanban, nella definizione dei livelli ottimali di scorta, nel controllo periodico dei consumi e nel ripristino secondo le soglie concordate.

Elimina le attività a basso valore aggiunto e migliora la produttività complessiva con RS ScanStock® e VendStock®, le soluzioni kanban di RS.

RS ScanStock®, nella tradizionale configurazione a vaschetta, nasce per gestire prodotti a basso valore ed elevata rotazione, come elementi di fissaggio, guarnizioni, lubrificanti, utensileria, consumabile elettrico, pneumatico e idraulico.

RS VendStock®, tramite l’utilizzo di distributori industriali basati su tecnologia IoT, è la soluzione ideale per la gestione di materiale di consumo ed attrezzature per cui è richiesto un attento monitoraggio dei consumi, la tracciabilità dei prelievi e la garanzia di disponibilità. La soluzione permette uno stoccaggio sicuro degli articoli a maggior valore, come utensili manuali, utensili elettrici e prodotti chimici, e di garantire la conformità ai requisiti tecnici di item critici, quali DPI e strumenti di misura.

   

Entrambe le soluzioni consentono alle aziende di eliminare le attività che non aggiungono valore al proprio business, minimizzando gli sprechi e risparmiando tempo e risorse associate al reintegro di forniture industriali ad alta rotazione.

I vantaggi chiave di RS Inventory Solutions

  • Semplificazione del processo di acquisto
  • Risparmio di tempo ed incremento di efficienza operativa
  • Riduzione dell’impatto ambientale
  • Consolidamento dei brand e dei fornitori
  • Monitoraggio e controllo della spesa

 

Per approfondire questi temi e tutte le soluzioni per il Procurement e per l’MRO di RS Italia, vi invitiamo a scrivere a soluzioni@rs-components.com

TÜV RHEINLAND

TÜV Rheinland – Chi Siamo

150 anni di storia, un fatturato di 2,2 mld di € nel mondo e oltre 20.000 dipedenti, questi sono i numeri che descrivono TÜV Rheinland;  traguardi e perfomance che si raggiungono grazie alla nostra competenza e integrità e orientamento al cliente, tre dei principi fondamentali che guidano e caratterizzano il nostro modo di lavorare e ci rendono un partner affidabile per le attività di Testing, Ispezione e Certificazione. Ci impegniamo per garantire qualità, sicurezza e per essere fulcro tra persone, tecnologia e qualità, la nostra comprovata expertise tecnica è ciò che ci contraddistingue dal resto del mercato.

In Italia  siamo presenti dal 1997, nel tempo grazie al nostro dinamismo e alla compentenza del nostro staff siamo riusciti ad accrescere constantemente divenendo uno dei principali Enti Certificatori presenti sul territorio italiano.

I nostri servizi dedicati alla sostenibilità

Con il supporto di TÜV Rheinland potrete implementare un sistema di gestione certificato che vi consentirà di avere  un approccio affidabile e sistematico che metterà in evidenza a clienti, fornitori, partner e stakeholder lo sviluppo delle vostre attività in modo sempre più responsabile e sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico.

Le nuove tecnologie, la pressione dei competitor, le richieste dei clienti e il cambiamento di regolamenti e norme sono una sfida costante; dotarsi di un Processo di Gestione Certificato e controllato, permette alle Organizzazioni di rafforzare e migliorare i servizi offerti e permette di essere più competitivi e sostenibili sul mercato. 

Approfittate delle nostre soluzioni complete e innovative per le attività di audit sui fornitori e certificazione, attraverso le numerose attività eseguite sul campo e alla vasta esperienza accumulata operando in diversi settori, vi daranno supporto nel  miglioramento che volete apportare nella vostra Supply Chain in un’ottica di sostenibilità. In questo modo potrete ottenere dei vantaggi competitivi misurabili; è per questo che gli esperti auditor TÜV Rheinland lavorano in tutto il mondo – per voi, ogni giorno.

TELEJNFORM

SEI SICURO DI LAVORARE CON FORNITORI E CLIENTI CHE NON HANNO COLLEGAMENTI CON AZIENDE/SOGGETTI SANZIONATI A CAUSA DELLA GUERRA IN UKRAINA E CHE SIANO AFFIDABILI?

Telejnform grazie all’esperienza di più di 50 anni e ad un network mondiale consolidato di partner, opera quotidianamente in varie aree del mondo e dal 1970 aiuta i suoi clienti a:

  • RIDURRE al minimo il RISCHIO DI IMPRESA ed il RISCHIO REPUTAZIONALE, fornendo Report, Due Diligence, Analisi Compliance e Verifiche CyberCheck su aziende di tutto il mondo
  • APPROFONDIRE qualsiasi informazione anche tramite attività di INVESTIGAZIONE
  • INNOVARE le modalità di valutazione delle controparti grazie all’innovativa piattaforma nandonline.com, oggi in grado di assegnare un RATING di CREDIBILITA’ e di REPUTAZIONE
  • INTEGRARE i principali sistemi di e-procurement alla piattaforma Nandonline
  • AGGIORNARE informazioni su oltre 400 milioni di aziende ed oltre 1 miliardo di persone

 

Scopri la convenzione riservata ai SOCI ADACI: https://www.adaci.it/centro-telejnform-italia/

Per maggiori informazioni è possibile contattare il n. 02.55.18.04.98.

www.telejnform.comwww.nandonline.com // E-mail: commerciale@telejnform.it

RINA

RINA SERVICE è la società del gruppo RINA, ente di certificazione Internazionale, che con il suo operato contribuisce a migliorare, da oltre 160 anni, le condizioni economiche, sociali ed ambientali costruendo valore per le generazioni future.

A giugno 2022 RINA Services è stato tra i primi Enti ad ottenere l’accreditamento Accredia per UNI PdR 125:2022-Sistema di gestione per la Parità di genere.

Il nostro impegno sulla tematica “Diversity & Inclusion” si esplica con un pacchetto di servizi di certificazione/formazione a sostegno della Sostenibilità Sociale.
Il documento di riferimento da seguire al momento è la UNI PdR 125:2022 Sistema di Gestione per la Parità di genere; le richieste di interesse dal parte del mondo produttivo e dei servizi sono molte ed abbastanza trasversali per tipologia di mercato e interesse ultimo.  Le grandi aziende sono interessate maggiormente agli aspetti di “brand reputation”, le medio piccole, invece, sono spinte dagli sgravi fiscali e dalle premialità in gare PA ed attendono le modalità di acquisizione delle premialità dal governo.

La Prassi di Riferimento definisce le linee guida sul sistema di gestione per la parità di genere secondo il SISTEMA NAZIONALE DI CERTIFICAZIONE DELLA PARITA’ DI GENERE voluto dal PNRR alla Missione n. 5 Inclusione e Coesione (Decreto Bonetti 29 Aprile 2022); questa certificazione è pertanto collegata agli sgravi e premialità previste (Legge 162/21 e Decreto 77/2021 -Semplificazioni Bis): 1% sgravi sui contributi previdenziali per le assunzione dal 1/1/2022 e premialità in gare PA.

L’obbiettivo espresso sul PNRR stesso è di avere almeno800 aziende certificate sulla Parità di genere entro il 2026

Quali sono i vantaggi dell’applicazione della norma su D&I e Parità di genere?

  1. Brand Reputation; più un’azienda è percepita come inclusiva più il suo brand è gradito al consumatore
  2. Clima aziendale; un’azienda che abbraccia i temi di D&I o di Gender Equality, è disposta a mettere in discussione e/o migliorare il suo approccio vs i dipendenti favorendo, così, un clima aziendale positivo
  3. Maggiore attrattività sul mercato del lavoro; le aziende che tengono conto degli aspetti di sostenibilità sociale risultano più attraenti sul mercato
  4. La certificazione secondo la prassi UNI Pdr 125:2022 garantisce l’accesso a premialità previste; 1% sgravi sui contributi previdenziali per le assunzioni a partire dal 1/1/2022 per ogni anno di validità della certificazione di terza parte (Ente Accreditato) e punteggi premianti nelle gare pubbliche.
  5. Formazione: previsti finanziamenti a sostegno delle spese di certificazione e formazione – modalità ancora da definire

CERTIFICAZIONE ACCREDITATA UNI PDR 125:2022 SISTEMA DI GESTIONE PER LA PARITA’ DI GENERE

La prassi di riferimento UNI/PdR 125 definisce i requisiti per l’implementazione di un sistema di gestione per la parità di genere (parità tra i due sessi, secondo la definizione contenuta nella stessa PdR) e prevede, inoltre, la strutturazione e adozione di un insieme di indicatori (KPI) che misurano le prestazioni di un’Organizzazione nelle seguenti 6 “Aree”:

  • Cultura e strategia;
  • Governance;
  • Processi HR;
  • Opportunità di crescita in azienda neutrali per genere;
  • Equità remunerativa per genere;
  • Tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro.

Ad ogni indicatore è attribuito un punteggio che contribuisce al raggiungimento dello score minimo necessario  (>= 60%) per accedere alla certificazione.

L’implementazione di un modello organizzativo della parità di genere, tra l’altro, supporta il rispetto dei requisiti normativi e favorisce la rendicontazione sulla situazione del personale che il Codice delle Pari Opportunità, con gli ultimi aggiornamenti, ha reso obbligatoria per tutte le aziende, pubbliche e private, con più di 50 dipendenti. La stessa disposizione normativa, inoltre, ha introdotto la certificazione di parità di genere cui fa conseguire sgravi contributivi e premialità nella partecipazione ai bandi pubblici.

La certificazione dell’applicazione delle UNI/PdR 125:2022 da parte dell’Organizzazione avviene attraverso il seguente iter:

  • Raccolta di informazioni iniziale attraverso la compilazione di un questionario informativo
  • Condivisione offerta tecnico economica che coprirà assesment e/o certificazione
  • Assessment (facoltativo)
  • Audit documentale ed in sito (stage1 + stage 2)
  • Revisione indipendente del comitato tecnico
  • Emissione Certificato

Il certificato rilasciato avrà validità pari a 3 anni, durante i quali l’Organizzazione sarà sottoposta a audit di sorveglianza annuale a 12 e 24 mesi.

1 2 3 7