Archive :

Smart Factory: tra innovazione e tradizione

A Torino, lunedì 6 maggio “Smart Factory: tra innovazione e tradizione”.

La H.E.R. Human Evolution Resource promuove una tavola rotonda dal titolo “Smart Factory: tra innovazione e tradizione”, Lunedì 6 Maggio 2019 alle ore 14:00, presso il Nuovo Polo Didattico della Scuola di Management ed Economia, AULA ROSA, in Via Filadelfia 73, a Torino.

L’evento si configura come un momento di confronto, a partire dai risultati della formazione Industry 4.0 finanziata ed erogata e dall’idea di potenziamento e valorizzazione del settore Formazione, come motore di sviluppo sia per le aziende che per i territori Regionali.

Introdurranno i lavori Francesca Culasso, Direttrice Dipartimento Management Università di Torino, Gianna Pentenero, Assessore Istruzione e Formazione Professionale Regione Piemonte, Silvio Barbero, Vice Presidente UNISG e Graziella Boi, Presidente H.E.R.

Moderatore dell’incontro: Guido Avigdor, Eggers 2.0.

Testimoni d’eccezione saranno Teo Musso, Presidente Rete Baladin per lo Sviluppo Sostenibile; Alessandro Mario Ferrario, Direttore Birrificio Agricolo Baladin; Sergio Blengini, Legale Rappresentante Informatica System; Gianluca Spallotta, Vice Presidente Rete RID; Marcello Berta Format s.r.l., che condivideranno le loro esperienze aziendali all’interno dei piani formativi Industry 4.0.

Al dibattito sarà presente anche Maria Lapietra, Assessore Trasporti del Comune di Torino, con l’argomento “Interventi Industry 4.0 del Comune di Torino sui trasporti pubblici” nonché i rappresentanti dei piani in erogazione Giuliano Sarati, Rappresentante legale Biosanisystem, Paolo Aquilina, Amministratore Fortek e Raffaele Maldi, Amministratore delegato NIS.

Seguirà poi un confronto tra nuove competenze richieste dall’Industry 4.0 e profili professionali regionali, nuovi stili di didattica e valorizzazione dell’esperienza, a cui interverranno: Marco Gay, Presidente Anitec-Assinform, Amministratore delegato Digital Magics; Valter Cantino, Professore Ordinario Dipartimento di Management – “Education 4.0”; Alberto Parola, Docente di Metodologia della Ricerca Mediaeducativa, Università di Torino, Psicologo – “Formazione, Complessità, Trasformazione: verso un progetto sistemico basato su valutazione e auto-valutazione di competenze”.

Le conclusioni dei lavori del pomeriggio verranno affidate ad Amarildo Arzuffi, Direttore Area Formazione di Fondimpresa, al cui intervento seguirà un aperitivo per tutti gli intervenuti alla tavola rotonda.

L’Evento è finanziato nell’ambito dei piani formativi su Innovazione di prodotto processo degli Avvisi 3/2015, 2/2016, 5/2017 da Fondimpresa e promosso da H.E.R. Human Evolution Resource

Partner di progetto: Università degli Studi di Torino – Dipartimento di Management e Università degli Studi di Scienze Gastronomiche

Con il patrocinio di: ADACI – Associazione Italiana Acquisti e Supply Management

Media partner: Creativa Impresa di comunicazione

Scarica qui la locandina con il programma completo: Locandina-SMART-FACTORY-HER

ADACI Centro Sud Università Politecnica delle Marche

ANCONA: ALL’UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE CON ADACI PER PARLARE DI “DIGITAL PROCUREMENT”

Il 5 aprile 2019, presso l’Università Politecnica delle Marche, facoltà di Economia, nell’ambito del corso di Strategie di Impresa – Prof.ssa Maria Rosaria Marcone –  si è svolto il seminario formativo dedicato alla “Trasformazione Digitale degli Acquisti”. Oltre 25  studenti del 4° e 5° anno di Economia, hanno avuto modo di ascoltare la testimonianza di Gianluca Adduci – Supply Chain Processes Improvement Manager di Vitrociset a Leonardo Company e Vice Presidente ADACI Sezione Centro Sud. “La Digital Transformation sta cambiando profondamente il cuore delle aziende a ogni livello. Negli ultimi dieci anni si è assistito ad una notevole evoluzione nella gestione degli acquisti in azienda. Ci si è resi infatti progressivamente conto che questa funzione, se ben amministrata, può contribuire in maniera determinante all’aumento della marginalità di prodotto e, più in generale, al risultato operativo. Le ragioni di questa presa di coscienza risiedono nelle condizioni di mercato in cui le aziende operano, profondamente mutate rispetto al passato ed in continua e sempre più rapida evoluzione, con andamenti mutevoli e con un livello di competizione molto aggressivo. Il procurement è una parte importante nell’azienda e non deve puntare solo a perseguire l’efficienza nelle forniture, ma il suo obiettivo deve essere anche quello di migliorare il business aziendale. Il processo di trasformazione digitale è un passaggio fondamentale per le aziende che operano in tutti i settori, ed è un processo che deve partire dalla cultura aziendale per poi agire sulle procedure, sui modelli organizzativi sino ad arrivare alla customer experience. E’ necessario, assieme al cambiamento della cultura aziendale anche la trasformazione delle competenze delle persone che ci lavorano”.

ADACI Centro Sud Università Politecnica delle Marche

Università Politecnica delle Marche

ADACI Centro Sud Università Politecnica delle Marche

Gianluca Adduci con gli studenti dell’Università Politecnica delle Marche

Marcello Mancini - Performance Strategies

Continuous learning per anticipare i cambiamenti e far evolvere gli ecosistemi aziendali: il punto di vista del Dr. Marcello Mancini (Ceo e fondatore Performance Strategies).

Il 15 settembre del 2008, poco dopo l’una di notte, falliva Lehman Brothers.

Era la quarta banca d’affari degli Stati Uniti d’America e l’emblema di come l’avidità imprenditoriale e manageriale possa distruggere e far crollare l’economia di interi paesi.

Con ricadute sociali e perdita di quanto faticosamente costruito mattone dopo mattone con la propria attività (che sia imprenditoriale o professionale).

Mi piace riprendere la risposta che ha dato il Dr. Dario Gallina (Presidente Unione Industriale Torino) ad una delle domande di una mia intervista:

“Come ho già detto, per le Pmi è sempre più necessario evolversi verso modelli gestionali e proprietari più evoluti.

Non è più vero che piccolo è bello: le imprese devono crescere, come dimensione ma anche come capacità strategica.
Devono dotarsi di modelli gestionali più complessi, utilizzare meglio e di più il management esterno alla proprietà familiare, delegare anche funzioni direttive e strategiche, diversificare le fonti di finanziamento (oggi al 99% bancario), aprirsi a capitali esterni e molto altro ancora e questo significa inevitabilmente che la governance sarà più aperta e gli stakeholders avranno un peso maggiore”.

Per William Edwards Deming:

“La competizione porta alla sconfitta, persone che tirano la corda in due direzioni opposte si stancano e non arrivano da nessuna parte”.

La formazione continua rientra fra i fattori chiave per cavalcare i cambiamenti e colmare gap competitivi che si vengono a creare nell’organizzazione.

Al riguardo ho approfondito l’argomento con il Dr. Marcello Mancini (Ceo e fondatore Performance Strategies).

Dr. Marcello Mancini, quanto l’informazione è fondamentale se trasformata dalle persone in conoscenza e condivisa per orientare il cambiamento nelle organizzazioni?

In questi 10 anni ho incontrato migliaia di persone provenienti da ambiti completamenti diversi, le potrei catalogare in 3 tipologie:

– chi si forma costantemente, studia, fa corsi, ma poi non applica
– chi è sul pezzo 24h24, ma non si ferma per aggiornarsi e quindi continua a commettere gli stessi errore senza capire il perché
– chi è più saggio e va a prendersi esattamente la formazione di cui ha bisogno, scaricando a terra, con azioni mirate, quanto ha appreso e aumentando di conseguenza il roif, che è il return of investiment in formazione

Come mi piace ripetere sempre, “la formazione è utile solo se è influenza il pensiero e modifica il
comportamento”.

Quali sono le skills che maggiormente incidono sulla crescita del business?


Al di là delle competenze tecniche e specifiche del settore di riferimento, penso ci siano delle competenze trasversali che hanno, più di altre, un forte impatto sul successo di un’impresa, come per esempio la leadership ovvero la capacità di capire, guidare, ispirare le persone a dare il meglio di sé in un progetto professionale e nel lavoro di team.

Determinante è pure la capacità di ogni manager, imprenditore o libero professionista a comprendere le leggi del marketing, individuare il giusto posizionamento di mercato (e
quindi farsi scegliere dal proprio target) comunicando con un messaggio ben preciso, ma anche far
comprendere come attrarre e convertire prospect e lead in clienti e infine la negoziazione, un’arte da imparare a qualunque livello e nel contesto di qualunque professione si svolga.

Per sua esperienza quanto la formazione specifica su tematiche quali efficacia personale, leadership, marketing, negoziazione e vendita contribuiscono alla crescita delle persone che si occupano anche di acquisti?

In parte ho già risposto prima, ma certamente chi si occupa di acquisti ha le stesse difficoltà/opportunità di chi sta dall’altra parte: il venditore.
In uno studio condotto dal professor Stuart Diamond, premio Pulitzer e docente di negoziazione alla Wharton School of Business della University of Pennsylvania emerge che il successo in una negoziazione è dettato per l’8% dalla sostanza (sconto/prodotto/argomento da contendere), per il 35% dal processo negoziale (come decido di impostare il discorso e in che modo inserisco tutte le informazioni), per oltre il 50% dalle persone.

Quando ci sono in ballo grandi obiettivi subentrano le emozioni, che vanno sempre
gestite in modo opportuno, capite e rese parte funzionale della comunicazione negoziale.

In mercati sempre più liquidi (per citare Zygmunt Bauman) quanto la brandship personale è un
intangible value anche per le Aziende e quali strumenti necessita avere nella propria toolbox?

 

Direi che sia fondamentale possederne molti.

In una società liquida, come direbbe Bauman, tutte le identità dei consumatori sono meno definite del passato e le scelte in fatto di acquisti dipendenti da condizioni varie e multiformi, che vanno oltre le appartenenze a classi sociali o corporazioni come in passato.
Oggi la narrazione di un brand è, per certi aspetti, più importante del prodotto stesso. Deve richiamare i valori ed esprimere in modo onesto la visione che c’è dietro, perché i consumatori hanno maggior accesso alle informazioni, hanno a disposizione una vasta gamma di possibili scelte da compiere e quando decidono di acquistare lo fanno spinti da sentimenti molto precisi.

Ecco che allora vengono in nostro soccorso le neuroscienze, capaci di farci avere un approccio specifico alle reali esigenze del mercato di riferimento, che sono tante e molto diverse.
È chiaro che ogni caso presupporrebbe un’analisi dettagliata, ma in linea generale posso dire che nella toolbox di ogni imprenditore dovrebbero esserci oltre che la capacità di guidare un team (leadership), l’abilità a comunicare il proprio brand, che si articola in tanti modi differenti.

Anche nella vendita, che è diventata davvero una scienza e richiede molta più applicazione del passato.

Autore Dr. Alberto Claudio Tremolada (Socio e Resp. Sportello Fonderie e Metalli Adaci).

Performance Strategies

Un evento organizzato da Performance Strategies

 

Leggi anche:  https://www.adaci.it/adaci-e-partner-di-sales-forum-levento-di-formazione-a-cura-di-performance-strategies/

Appalto strumento alternativo di flessibilità per le aziende

“Prospettive sul #lavoro”, i seminari di approfondimento organizzati da SGB Humangest e Humansolution.

Lunedì 25 marzo, a #Torino, nuova tappa di “Prospettive sul #lavoro“, i seminari di approfondimento organizzati da SGB Humangest e Humansolution.

Anche la Sezione ADACI Piemonte e Valle d’Aosta ha aderito a questo interessante evento.

L’evento, incentrato sul tema dei contratti di appalto, si svolge presso la sede dell’Unione Industriale Torino in Via Vela 17, a partire dalle ore 10.00.

Inviate la conferma a sez.piemonte@adaci.it

Vi aspettiamo!

 

aperitivi del buyer

“Aperitivi del Buyer”: l’aperitivo che crea networking e conoscenza!

Il Gruppo Eventi della sezione ADACI EmiliaR.-Marche ha proposto il secondo appuntamento della serie “aperitivi del buyer”. All’incontro, che si è svolto a Bologna presso l’Hotel Living il 20 Marzo, hanno partecipato circa 20 soci. La serata, nelle intenzioni degli organizzatori, doveva avere un taglio molto informale, per favorire il networking e lo scambio di informazioni. L’allestimento della sala è stato curato in modo da creare l’ambiente giusto per l’incontro, quindi via tavoli attorno a cui sedersi o platea di sedie. Per animare la discussione e fornire qualche informazione utile ai partecipanti, il Consigliere Angelo Profili ha parlato di indici e report disponibili per classificare l’affidabilità finanziaria dei fornitori. Quasi tutti i partecipanti sono intervenuti nella discussione, che si è rivelata interessante, proprio perché arricchita dal contributo dei soci.

Visto il gradimento di questo tipo di formato, la Sezione ER-Marche vuole proseguire con questo tipo di proposta, augurandosi un sempre maggior coinvolgimento dei soci sia nella partecipazione che nella proposizione di temi da trattare.

Visita alla Centrale del Latte di Torino

Torino, lunedì 11 marzo ci sarà la visita allo stabilimento della Centrale del Latte Torino

Nell’ambito del format Socio incontra Socio , la serie di incontri di Adaci Piemonte Valle d’Aosta nel quale i soci si confrontano con colleghi di una specifica industry su tematiche trasversali alla funzione acquisti organizziamo la visita guidata allo stabilimento della Centrale del Latte Torino.

Il tema sarà “Visita aziendale e approfondimenti sugli acquisiti food”.

Programma dell’incontro:

Saluti

Laura Echino – Presidente Adaci Piemonte e Valle d’Aosta

Edoardo Pozzoli – Corporate Director Centrale del Latte di Torino

Le sfide dell’ufficio acquisti nel settore food

Paolo Cuniberti • Ufficio Acquisti Centrale del Latte

L’impatto nell’area acquisti dello sviluppo di nuovi prodotti

Edoardo Pozzoli • Corporate Director Centrale del Latte di Torino

Pillole di sportello
GDPR • Logistica e Imballaggi a cura degli Sportelli
informativi nazionali ADACI

A seguire degustazione prodotti Centrale del Latte di Torino

 

Lunedì 11 marzo 2019 – ore 17.30

Centrale del Latte d’Italia S.p.a.

Via Filadelfia 220, 10137 Torino

Scarica la locandina dell’evento

 

E’ gradita la prenotazione RISERVATA AI SOCI ADACI  e loro accompagnatori iscrivendosi al seguente indirizzo: https://shop.adaci.it/centrale-del-latte-torino-11-mar-19.html

Per informazioni e contatti scrivi a: sez.piemonte@adaci.it

 

ADACI a Verona Fiere

Le fiere come strumento di sviluppo associativo ed economico territoriale: il report su Simac Tanning e Transpotec Logitec

Continua l’attività di presenza sul territorio dei consiglieri e dei soci attivi della Sezione Piemonte e Valle d’Aosta di Adaci (https://www.adaci.it/sezione-piemonte-e-valle-daosta).

Le fiere sono una delle opportunità per incontrare operatori economici Nazionali ed Internazionali  leader di mercato per:

  • Intercambio conoscenze ed esperienze
  • Fare network e sinergie
  • Vedere novità
  • Consoscere in anticipo i trend dei mercati (anche ambito acquisti)

Simac Tanning (http://www.simactanningtech.it) fiera delle tecnologie per l’industria calzaturiera a Milano e Transpotec Logitec (http://www.transpotec.com) salone dei trasporti e logistica a Verona, sono importanti fiere di settore e, per il Socio Alberto Claudio Tremolada nell’ambito sua attività lavorativa e come responsabile sportello fonderie/metalli di Adaci (https://www.adaci.it/sportelli/sportello-fonderie), un’opportunità poter interagire direttamente con espositori e visitatori.

Il notevole afflusso anche di studenti, non solo operatori professionali, è indicatore di come ci sia una connessione importante fra Aziende e futuri professionisti anche ambito acquisti per arrivare più preparati quando sarà il momento di entrare nel mondo lavoro e per le Aziende poter contare su collaboratori con una visione complessiva già costruita realtà nelle quali entreranno.

Tremolada ha avuto l’opportunità di approfondire meglio evoluzioni e trend dei mercati, oltre storie Aziende di successo nel Made in Italy manifatturiero.

In particolare sono emersi 2 trend importanti che scardinano i paradigmi conosciuti:

  • Passaggio da governance famigliare a fusioni fra Aziende con partecipazione fondi investimento
  • Richiesta di manager e professionisti cross-funzionali

Camoga Spa leader mondiale nel settore spaccatrici pelli, come detto dal fondatore ed attuale

CEO Dr. Andrea Mascetti al nostro Tremolada, si è evoluta da Azienda a governance famigliare a parte di un gruppo con partecipazione fondo investimento internazionale.

Evoluzione che ha portato notevoli vantaggi in termini di know out disponibile, risorse economiche, economie di scala e molto altro.

La strada scelta dal Dr. Andrea Mascetti ha consentito di far crescere e salvaguardare, in mercati sempre più competitivi, una delle eccellenze del Made in Italy.

Ma come dice anche Sir Richard Branson presidente e CEO gruppo Virgin (multinazionale presente in vari settori con circa 60.000 dipendenti impiegati in 50 paesi diversi) “Il successo di un’azienda è nel capitale umano”.

Essere manager e professionisti cross-funzionali sarà molto probabilmente il futuro, che non vedrà più persone soprattutto di apice entro un confine definito funzione/processo, ma che spazieranno dagli acquisti alle vendite con competenze approfondite anche di materiali, service e tecnologie complementari.

Non è possibile descrivere in poche parole i vantaggi dell’essere presenti nei vari territori e nelle varie regioni, soprattutto per acquisitori, buyer, CPO, sono attività che saranno parte fondamentale cassetta strumenti professionali di un manager cross-funzionale che voglia mantenere alta la sua employability ed il valore intangibile per l’Azienda.

La Sezione Piemonte e Valle d’Aosta di Adaci con i suoi sportelli (https://www.adaci.it/sportelli) contribuisce allo sviluppo competitivo di Aziende, soci e contatti che decidono di rivolgersi ai nostri service divisi per area competenza.

Motor Valley Fest Conference 2019

Milano: Adaci Piemonte e Valle d’Aosta alla presentazione dell’evento Motor Valley Fest 2019.

Nella splendida cornice della lounge Hotel Sheraton Diana Majestic di Milano, il Socio Alberto Claudio Tremolada, nell’ambito attività della nostra sezione , ha partecipato alla presentazione di quello che si annuncia come l’evento motoristico Italiano più importante del 2019.

Alla presenza dei rappresentanti istituzioni pubbliche (Regione Emilia Romagna, Comune di Modena), carta stampata e brand iconici (Dallara Automobili, Ducati, Ferrari, Lamborghini, Pagani per citarne alcuni), ha preso forma il ricco programma eventi diffusi sul territorio che si svolgeranno dal 16 al 19 maggio 2019 a Modena (https://motorvalley.it).

Una motor experience immersiva tra l’adrenalina di sedersi alla guida fuoriserie e bolidi da pista, il passaggio della 1000 Miglia, attività di open innovation organizzate in collaborazione fra Università dell’Emilia Romagna ed aziende leader settore motoristico, il Motor1days all’Autodromo Marzaglia di Modena e molto altro ancora.

Come ha dichiarato il Dr. Stefano Bonaccini (presidente della Regione Emilia Romagna) la Motor Valley dell’Emilia Romagna rappresenta per le sue molteplici valenze una risorsa unica per il territorio.

Occupazione, export, identità, turismo, visibilità internazionale per 16.500 imprese attive con oltre 66.000 occupati, ed eccezionale richiamo turistico nella terra dei motori di milioni appassionati ogni anno.

A dimostrazione che condivisione opportunità, fare rete e sinergie fra attori differenti del territorio, porta vantaggi tangibili per l’ecosistema economico e le persone che ne fanno parte.

Un modello collaborativo di successo contrapposto al fare da soli.

E come disse Deming William Edwards Deming (noto per il PDCA usato nelle Aziende)

La competizione porta alla sconfitta, persone che tirano la corda in due direzioni opposte si stancano e non arrivano da nessuna parte”, vale per tutti associazioni professionali comprese.

Se volete maggiori informazioni sulle attività e programmi della Motor Valley Fest 2019 potete contattare la nostra segreteria all’email sez.piemonte@adaci.it.

Apeitivo tecnologico ADACI A&T

ADACI ti invita all’aperitivo tecnologico A&T 2019

ADACI, presente alla Fiera A&T con proprio stand (A9) grazie alle relazioni tenute dalla Sezione Piemonte e Valle d’Aosta, sezione organizzatrice, invita tutti i soci e contatti nazionali in possesso di pass exclusive (questo il link per ottenerlo: https://lnkd.in/ew26Yna ) all’aperitivo che si terrà il 13 febbraio dalle ore 18:00 presso la lounge feste all’interno della fiera.

Opportunità riservata ai soli possessori pass exclusive di brindare assieme e di fare networking personale/ professionale su tematiche di proprio interesse con imprenditori/manager di altre Aziende nazionali ed internazionali.

Potete contattare la sezione Piemonte e Valle d’Aosta all’email sez.piemonte@adaci.it ma per accedere all’aperitivo necessita essere in possesso del pass exclusive che trovate al seguente link: https://lnkd.in/ew26Yna

Comunicato stampa: ADACI MEDICEA e CAMPUS ADACI il 25 gennaio a Firenze

La giornata prevede, nella mattinata, l’avvio della IV Edizione del Progetto Giovani CAMPUS ADACI.

Un Progetto che ADACI propone ai giovani da 21 a 35 anni, a favore delle politiche giovanili per avvicinarli al mondo degli Acquisti e del Supply Management. Il progetto è organizzato in quattro aree: Incontro tra CPO e giovani (counseling), selezione di profili motivati, percorsi formativi, incontri presso aziende private e pubbliche con amministratori e manager con l’obiettivo di avvicinare i Giovani al mondo degli Acquisti e del Supply Management anche con percorsi formativi e incontri presso le aziende private e pubbliche con amministratori e manager.
ADACI sostiene i giovani nella formazione con un indirizzo di specializzazione finalizzato al’inserimento nel mondo lavorativo, contribuisce alle politiche attive territoriali per un futuro sostenibile, favorisce il contatto con l’associazione.
Durante l’evento, che si svolgerà, con il patrocinio del Comune di Firenze e della Città Metropolitana di Firenze, dalle ore 09:00 alle ore 13:00 i giovani potranno farsi conoscere attraverso colloqui di gruppo e personali con esperti del settore e partecipare attivamente a tavole rotonde che mostreranno quali sono le attività degli acquisti. Al termne della giornata alcuni partecipanti potranno essere scelti per un corso di formazione ADACI che gli consentirà di affrontare al meglio l’inserimento nel mondo del lavoro.

ADACI ha la mission di migliorare lo sviluppo culturale e professionale dei propri associati attraverso convegni, tavole rotonde a cui sia l’imprenditoria, con i propri manager, che il mondo accademico contribuiscano allo sviluppo delle idee per migliorare obiettivi, soluzioni e strumenti a supporto di una competitività strategica della filiera e di una gestione consapevole del risk management.
L’evento si svolgerà con il patrocinio del Comune di Firenze e della Città Metropolitana di Firenze dalle ore 14:30 alle ore 18:00.

Tra gli argomenti che verranno affrontati durante la giornata l’ADACI PA, un progetto sviluppato con Università e Manager della Pubblica Amministrazione operanti nel settore acquisti e Manager di Aziende Private fornitrici della P.A. che ha per obiettivo l’analisi di proposte per la professionalizzazione del Public Procurement.
Focus anche sul Settore Privato ed Industriale: in un mercato globale e complesso le aziende di successo, per incrementare il proprio valore competitivo hanno la necessità di prendere decisioni rapide e corrette, sia valutando le opportunità sia assumendosi dei rischi imprenditoriali che abbiano come base lo sviluppo del business e la longevità futura. Diventa sempre più importante ridurre il costo totale del prodotto sviluppando le giuste strategie e definendo processi di acquisto e produttivi efficaci ed efficienti.
Ci sarà anche lo spazio per le tavole rotonde “Il Public Procurement – Un’opportunità di sviluppo per il Paese e di qualità per i servizi ai Cittadini” e “ADACI Medicea – Il Privato racconta le proprie esperienze di successo”.

E’ possibile iscriversi gratuitamente online al seguente link:

https://shop.adaci.it/adaci-medicea-firenze-25-gennaio-2019.html

1 2